i NOSTRI SITI

Il massaggio in Naturopatia: strumento utile per il Naturopata

 

 

Il naturopata, professione cardine nell’ambito della medicina alternativa e delle pratiche olistiche, se è vero che nella sua professione imposta la propria attività su discipline quali Erboristeria, Alimentazione, Intolleranze Alimentari etc., è altrettanto vero che per varie ragioni ( media, diffusione di culture e filosofie orientali, maggiore comprensione sia da parte dell’utenza che del mondo sanitario, etc.) il massaggio da alcuni anni e sempre di più si è fatto strada nei metodi di prevenzione e cura nel campo delle terapie naturali.           
In molti paesi anglosassoni si dà al massaggio un’importanza addirittura primaria e nei vari programmi di studio relativi ai corsi di Naturopatia è considerato, nelle sue molteplici connotazioni, al pari di discipline quali Anatomia, Microbiologia, Chimica, etc.        
    In Italia compare marginalmente soltanto in alcune scuole di Naturopatia con un’eccezione rappresentata dal Campus Laboratori Borri. Nel corso Triennale per Naturopati di questa scuola di Naturopatia compaiono infatti discipline quali:

Riflessologia Plantare, Generale ed Auriocoloterapia
Terapia Craniosacrale
Massaggio Ayurvedico
Massaggio Cinese Tui Na e Moxibustione

sia sotto forma di lezioni nel Corso Professionale Base sia come vere e proprie Specializzazioni articolate in Corsi Base ed Avanzati le quali -  dopo esami scritti, colloqui e prove pratiche – conferiscono ai promossi un importante Attestato delle Competenze.

Contrariamente al pensiero comune, il massaggio non è utile soltanto per il rilassamento, per il tempo libero e per il relax tipico di una vacanza ma, nei suoi molteplici aspetti storici e di contenuto, è addirittura fondamentale – come indicato in “Effetti benefici del massaggio” nell’ambito dell’opera  "Sopravvivere nel 21esimo secolo" di Viktoras Kulvinskas (autore e professore lituano naturalizzato americano) come terapia per prevenzione e cura di numerosi disturbi ed esigenze quali le seguenti, citate contestualmente:

  • Il massaggio migliora la circolazione e allevia gli stati di ritenzione circolatori.
  • Il massaggio, migliorando l’ossigenazione cellulare, aumenta il numero dei globuli rossi del sangue.
  • Il massaggio stimola la circolazione linfatica e accelera l'eliminazione dei prodotti tossici e di scarto e può apportare effetti linfodrenanti anche agli arti.
  • Il massaggio permette contrazioni muscolari più appropriate in virtù di un maggior apporto di sangue e di sostanze nutrienti.
  • Il massaggio ritarda l’invecchiamento e previene l’atrofia muscolare migliorando il tono muscolare.
  • Il massaggio può, in soggetti che per incidenti o malattie sono inabilitati al movimento, compensare la mancanza di esercizi e attività muscolare.
  • Il massaggio, secondo il tipo e la durata, può avere un effetto distensivo o stimolante sul sistema nervoso.
  • Il massaggio può aiutare a perdere peso se associato ad un’alimentazione corretta, alla valutazione delle intolleranze alimentari e ad un regime alimentare corretto e contenuto.
  • Il massaggio aumenta l’azione di eliminazione di liquidi e di prodotti metabolici di scarto attraverso gli organi emuntori, in particolar modo attraverso i reni.